Di Maio Ministro Cinese

Di Maio, il ministro "cinese" che fa infuriare gli italiani Il grillino ringrazia per gli aiuti e per i medici Ma è una bufala.

Fi: «Elogia Pechino, è un incapace» La «bufala» di Di Maio sul «cargo di aiuti» gentilmente offerto dalla Cina non fa che confermare il rapporto di sudditanza del M5s verso il regime di Pechino, già emerso con la sottoscrizione dell’accordo commerciale noto come «La Nuova via della Seta» nei mesi scorsi, unico dei paesi fondatori della Ue ad averlo fatto (Di Maio annunciò trionfante che il memorandum con i cinesi. Di Maio, il ministro "cinese" che fa infuriare gli italiani «Ci ricorderemo di chi ci ha aiutato come ha fatto la Cina». Nel mezzo della tempesta tutto ci si poteva aspettare dal ministro degli Esteri tranne un ringraziamento al paese che ha scatenato la pandemia mondiale e la crisi sanitaria italiana.

Di Maio ministro cinese. Ci danno degli untori e lui corre a difenderli. La propaganda di Pechino vuol mettere la sordina all'emergenza. E il grillino si inchina. Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha incontrato il Consigliere di Stato e Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Cinese, Wang Yi, a margine della 74° Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York.

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio durante un brindisi in occasione di una cena con investitori cinesi e rappresentanti di aziende cinesi, a Shanghai. · "Se sei solidale ricevi solidarietà. Oggi la Cina si rialza, presto ci rialzeremo anche noi". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in conferenza stampa con la Croce Rossa Italiana, ha. Il ministro degli esteri alla cena con i capi di stato e di governo Di Maio parteciperà questa sera, in via straordinaria, alla cena di benvenuto offerta dal presidente cinese Xi Jinping con i. Di Maio, il ministro “cinese” che fa infuriare gli italiani.

Di Maio reputava importante solo «un grande scatto di solidarietà verso il governo cinese» colpito da diffidenza e razzismo.

Adesso a epidemia ormai esplosa, dopo giorni in cui è rimasto ben defilato dietro le quinte per non associare il proprio volto al disastro in corso. Di Maio ha anche auspicato che venga trovato un accordo "il prima possibile" tra Usa e Cina sui dazi, perché "l'Italia è un Paese esportatore - ha detto il ministro - ha 40 miliardi di made in.