Palazzo Fava Bologna Affreschi Carracci

Palazzo Fava, conosciuto anche come Palazzo Fava-Ghisilieri, è un palazzo storico di Bologna, sito in via Manzoni 2. Ospita il Palazzo delle Esposizioni, con il suo Caffè Letterario Carracci Fava.

Storia. La famiglia Fava ne entra in possesso nel 1546 ma il palazzo è di.

· Nel 1584, infatti, grazie anche all’intercessione di Antonio Carracci, padre di Annibale e Agostino e sarto della famiglia Fava, il conte Filippo Fava affidò la decorazione dell’intero piano nobile del palazzo ai giovani artisti, che diedero subito prova del loro talento realizzando un gioiello assoluto dell’arte bolognese e italiana. Palazzo Fava è stato per Ludovico, Agostino e Annibale Carracci l’occasione per dare il primo grande saggio della propria arte. Nel ciclo di Giasone e Medea, che decora il salone del piano nobile, i Carracci raggiungono altissimi risultati per naturalismo anti-accademico e maturità pittorica, innovando il concetto del ciclo di affreschi che fino a quel momento prevedeva una presenza. Andrea Emiliani (a cura di), Gli esordi dei Carracci e gli affreschi di Palazzo Fava. Catalogo della mostra Bologna 1984, Testi di: Andrea Emiliani, Luigi Spezzaferro, Giampiero Cammarota, Angelo Mazza, Maria Luigia Pagliani, Fabio Bondi, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1984. In occasione delle celebrazioni per i 400 anni dalla morte di Ludovico Carracci, Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni di Bologna apre al pubblico le porte del Piano Nobile affrescato da Ludovico, Annibale e Agostino, grandi maestri dell’arte bolognese, che qui diedero vita alla loro prima grande opera corale. Palazzo Fava, conosciuto anche come Palazzo Fava-Ghisilieri, è un palazzo storico di Bologna, sito in via Manzoni 2.Ospita il Palazzo delle Esposizioni, con il suo Caffè Letterario Carracci Fava. Storia del Palazzo Fava. La famiglia Fava ne entra in possesso nel 1546 ma il palazzo è di epoca molto precedente. La struttura attuale prende forma nel Rinascimento, con importanti restauri. Da fine giugno ha riaperto ai visitatori il piano nobile di Palazzo Fava, con il primo grande ciclo di affreschi di Annibale, Agostino e Ludovico Carracci. Ricordiamo che per gli abbonati Card l’ingresso è gratuito! Per l’occasione sono previste visite guidate dedicate alla storia del Palazzo e al primo lavoro su commissione affidato ai Carracci. Nel 1584.

Il palazzo, la cui struttura attuale prende forma nel Rinascimento, fu acquistato dall’antica famiglia Fava nel 1546 che affidò la decorazione del piano nobile ai Carracci con i cicli di affreschi delle Storie di Giasone e Medea e delle Storie di Enea.

Estintisi i Fava-Ghisileri, il palazzo passò prima alla Famiglia Medica, poi al Grand. Palazzo Fava lo avevamo già visitato più volte, ammirando i famosi affreschi dei Carracci con il mito di Giasone e Medea, così significativi nella storia dell'arte del 500 italiano, e poi ancora le altre sale e le mostre di arte contemporanea. Riteniamo, quindi, Palazzo Fava imperdibile in una visita di Bologna. Ultimo weekend utile per visitare a Palazzo Fava “Il fregio dei Carracci – Opere a confronto”, l’esposizione che mette a confronto 31 opere del Novecento provenienti dalla collezione di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna con i celebri affreschi di Ludovico, Annibale e Agostino Carracci custoditi dal Piano Nobile.